lghisticaConferenze Circolari 2015

5 incontri con i grandi dell’economia ecologica internazionale

L’associazione Economia e sostenibilità (EStà) lanciando l’Università della sostenibilità invita i massimi esperti mondiali di economia ecologiche insieme a Lavazza, Novamont ed Edizioni Ambiente e con il patrocinio di Regione Lombardia.

Nell’hub della sostenibilità realizzato da Lavazza e Novamont in Cascina Cuccagna a Milano, prende il via il ciclo di 5 conferenze con i massimi esperti internazionali di economia circolare e trasformazione ecologica. Il formato degli incontri prevede introduzioni musicali e modalità di visual reporting all’insegna del concetto di circolarità

Il primo appuntamento si è tenuto mercoledì 20 maggio alle 18.15 con Pavan Sukhdev, il banchiere della natura.

Sukhdev è un’economista ambientale il cui campo di studi comprende la green economy e la finanza internazionale. Già tra i massimi dirigenti di Deutsche Bank Sukhdev e poi a capo della Green Economy Initiative dell’UNEP, il suo oggetto di studio è la trasformazione ecologica dell’economia come nuovo motore per la crescita della ricchezza mondiale e l’aumento dell’occupazione dignitosa.

Il secondo appuntamento si è tenuto giovedì 2 luglio alle 17.30 con Mariana Mazzucato, sul tema dello Stato innovatore.

Mazzucato è un’economista, con doppia cittadinanza italiana e statunitense. Professore in Economia dell’Innovazione presso l’Università del Sussex,  e autrice di Lo Stato Innovatore. Nel 2014 ha ricevuto il New Statesman SPERI, Premio di Economia Politica per il suo lavoro sulla situazione imprenditoriale e l’innovazione nel settore pubblico. Nel 2013 The New Republic l’ha chiamata una dei tre più importanti pensatori mondiali sull’innovazione

Tra luglio e ottobre l’hub ospiterà altre tre circular conference; prossimi appuntamenti: 14 ottobre Robert Costanza.

È un progetto di EStà – Università della sostenibilità

Per informazioni: info@assesta.it

 


Il contesto scientifico dell’Università della Sostenibilità ed EdizioniAmbiente

Conferenze circolari è una proposta che EStà realizzerà insieme all’Università della sostenibilità e a Edizioni  Ambiente

 

L’Università della Sostenibilità, un progetto di EStà

L’Associazione Economia e sostenibilità (EStà) sta dando vita ad un progetto di alta formazione unico in Italia, teso a creare professionalità capaci di integrare economia, ambiente, competenze di progettazione, organizzative e riflessioni strategiche

In Italia non esiste finora un percorso formativo specifico capace di creare le conoscenze e le competenze culturali e operative per adeguare il nostro sistema economico alle sfide ambientali richieste dal pianeta e dalle politiche UE.

L’università di Oxford calcola che nel giro di quindici/vent’anni il 47% dei lavori attualmente esistenti saranno sostituiti da macchine. Le parole chiave del mercato del lavoro nei prossimi anni saranno qualità, creatività e capacità di adattamento. La risposta offerta dalla maggior parte dei corsi di alta formazione a questa necessità continua di rimodellare sé stessi e la propria professionalità è: occorre essere esperti in qualcosa di tecnico e altamente specializzato, patrimonio di pochi. Secondo la  visione di EStà, per operare in un ambito complesso e in costante mutamento occorre allargare la propria formazione specialistica con un sapere  interdisciplinare che renda capaci di progettazione sistemica. Siamo convinti che chi vuole lavorare in questo campo debba possedere non solo competenze tecniche ma anche trasversali.

Il progetto Conferenze Circolari costituirà il preludio e il lancio dell’Università della sostenibilità il cui percorso didattico inizierà ad ottobre a Cascina Cuccagna, in continuità tematica e culturale con il ciclo. La comunicazione sarà integrata, il luogo resterà lo stesso e questo permetterà al progetto una durata comunicativa ulteriore rispetto al suo periodo di svolgimento.

 

Edizioni Ambiente

La maggior casa editoriale italiana sui temi ambientali sarà partner del progetto. Edizioni ambiente ha sede a Milano ed ha in catalogo la migliore saggistica italiana ed internazionale sul tema. Nata quando il concetto di sviluppo sostenibile faceva fatica a prendere spazio,  ha pubblicato in anticipo sui tempi le più importanti riflessioni innovative In materia di economia circolare. Tra gli altri volumi nel 2010 ha curato la prima edizione italiana di Blue economy di Gunter Pauli, uno dei testi fondamentali dell’ambientalismo scientifico di cui nel 2014 è uscita la nuova edizione.

Edizioni Ambiente curerà insieme ad EStà – Università della sostenibilità la programmazione scientifica e inserirà nel suo catalogo l’ebook con l’intero ciclo delle Conferenze Circolari.

 

Cadenza degli incontri

Le conferenze verranno realizzate in numero di 5, con cadenza tri-quadri settimanale da maggio a ottobre; sulla base dell’esperienza degli organizzatori questa è infatti la frequenza migliore per non generare un effetto di saturazione nel pubblico, mantenendo al contempo una distanza tra un incontro e l’altro non eccessiva e adatta ai tempi della comunicazione.

Programma generale

Il ciclo prevede la presenza di 5 relatori  scelti fra i nomi più rilevanti dell’intero panorama dell’economia ambientale mondiale. Per ragioni di compatibilità fra la disponibilità dei relatori e il calendario del progetto, EStà – Università della sostenibilità si riserva l’eventualità di sostituire alcuni relatori con altri di pari fama e valore scientifico. Ogni variazione verrà tempestivamente comunicata.

Il programma è strutturato in 3 sottotemi: l’impresa; l’ambiente; il sistema economico.

Metodologia

L’approccio formativo e divulgativo di Economia e Sostenibilità – EStà prevede la costruzione di percorsi coerenti, in cui i diversi momenti del progetto siano integrati in un progetto unitario. Coerentemente con questa filosofia la metodologia formativa prevede l’utilizzo del tutor/facilitatore d’aula a cui è dato il compito di contestualizzare gli argomenti specifici nel quadro generale, rafforzando la comprensione dei contenuti trattati.

Per aiutare il coinvolgimento dei partecipanti e migliorarne l’apprendimento gli incontri utilizzano una pluralità di mediatori didattici: verbali (le relazioni dei docenti), iconografici (utilizzo di video, ppt, schemi riassuntivi etc.) relazionali (utilizzo di dibattiti, tecniche per l’emersione del punto di vista dei partecipanti, brevi simulazioni).

L’impatto comunicativo ed esperienziale viene infine potenziato dall’integrazione del linguaggio strettamente scientifico e verbale con due altre forme espressive:

  • Musiche circolari (introduzioni agli incontri, con l’utilizzo di brani musicali di Bach e Beethoven costruiti in forma circolare, ossia secondo la struttura del rondeau)
  • Matite circolari; ossia rappresentazioni grafiche estemporanee dei contenuti trattati durante la conferenza a cura di visual reporter

Programma delle Conferenze Circolari

1.L’impresa

00 pavanPavan Sukhdev (20 maggio 2015)

È un economista ambientale il cui campo di studi comprende la green economy e la finanza internazionale. È stato consigliere speciale e capo della Green Economy Initiative dell’UNEP, un grande progetto delle Nazioni Unite per dimostrare che la conversione verde delle economie non è un peso per lo sviluppo, ma piuttosto un nuovo motore per la crescita della ricchezza e l’aumento dell’occupazione dignitosa. È Fondatore-CEO di GIST Advisory, una società di consulenza specializzata che aiuta i governi e le aziende a scoprire la misura, il valore e il modello di gestione del loro impatto sul capitale naturale ed umano. Autore di “Corporation 2020”, Ha presieduto il “Global Agenda Council ” del World Economic Forum sulle ecosistemi e della biodiversità (2009-2011) ed è stato relatore a Davos nel 2010 e nel 2011. Qui l’articolo della Conferenza.

testa mazzucMariana Mazzucato (2 luglio 2015 ore 17.30)

Economista, con doppia cittadinanza italiana e statunitense. Professore in Economia dell’Innovazione presso l’Università del Sussex,  e autrice di Lo Stato Innovatore. Nel 2014 ha ricevuto il New Statesman SPERI, Premio di Economia Politica per il suo lavoro sulla situazione imprenditoriale e l’innovazione nel settore pubblico. Nel 2013 The New Republic l’ha chiamata una dei tre più importanti pensatori mondiali sull’innovazione. Qui l’articolo della Conferenza

2. L’ambiente

00 silvestriniGianni Silvestrini (21 luglio 2015 ore 18.30)

Già direttore generale del Ministero dell’ambiente è direttore scientifico del Kyoto Club. All’inizio dello scorso decennio ha lanciato dal Ministero dell’ambiente il programma “10.000 tetti solari” e il servizio di car sharing ICS, anticipando la diffusione di tecnologie e soluzioni che hanno poi avuto uno straordinario successo. Nel 2001 ha vinto l’European Solar Prize di Eurosolar per “lo straordinario impegno personale nelle fonti rinnovabili”. Nel 2015 ha pubblicato per Edizioni ambiente Due Gradi  Innovazioni radicali per vincere la sfida del clima e trasformare l’economia.

3 Il sistema economico

00 costanzaRobert Costanza (14 ottobre 2015 ore 18.30)

Economista statunitense, già cofondatore ed ex presidente della Società Internazionale per l’Economia Ecologica, insegna Politiche pubbliche alla Crawford School of Public Policy, dell’Australian National University  ed è oggi uno dei più celebri economisti ecologici nel panorama internazionale. Nel suo campo di indagine rientrano l’analisi dell’energia e dei materiali attraverso i sistemi economici ed ecologici e la valutazione delle capacità di carico dei sistemi naturali. Tra i suoi scritti è da segnalare per il suo valore paradigmatico il contributo del 1997 per la rivista Nature allo scritto The value of the world’s ecosystem services and natural capital.

00 bolognaGianfranco Bologna (28 ottobre 2015 ore 17.30) 

È direttore scientifico del WWF Italia E’ stato dal 1999 al 2009 docente di sostenibilità dello sviluppo all’Università di Camerino e svolge attività seminariali in varie università. Ha scritto diversi libri tra i quali “Manuale della sostenibilità. Idee, concetti, nuove discipline capaci di futuro” (Edizioni Ambiente, seconda edizione 2008). Cura dal 1988 l’edizione italiana del rapporto mondiale “State of the World” del Worldwatch Institute ed è  curatore delle edizioni italiane di decine di volumi di importanti studiosi di fama internazionale (da Lester Brown a Paul Ehrlich, da Amory Lovins a Norman Myers…).